Troppo nuovo! La newsletter sulla comunicazione dell'innovazione

Riprogettare un museo di storia della scienza

Raccontare, spiegare e rendere rilevante oggi la “gioventù” della scienza europea

Anno: 2023-2024
Cliente: Università di Bologna, Sistema Museale di Ateneo

Il Museo di Palazzo Poggi e le altre collezioni scientifiche storiche dell’Università di Bologna custodiscono eccezionali testimonianze della storia della scienza in ogni campo fra la seconda metà del Cinquecento e l’Ottocento. In un periodo in cui si cominciò a esplorare, descrivere e rappresentare ogni aspetto della natura, gli scienziati bolognesi commissionarono ad artigiani e artisti carte, globi celesti, illustrazioni di piante e animali, cere e terrecotte anatomiche, preparati di ogni tipo di organismi, modelli di navi e di fortificazioni, cannocchiali e altri strumenti.

Purtroppo non è facile far parlare questi oggetti e rendere rilevanti le loro storie per un pubblico di oggi. Il grande successo della mostra L’altro Rinascimento, dedicata alla rinascita delle scienze naturali iniziata da Ulisse Aldrovandi e da me curata, ha spinto il Sistema Museale di Ateneo ad affidarmi il progetto di riallestimento e di interpretazione del Museo. L’obiettivo è farne un luogo capace di attirare un vasto pubblico e di offrire, grazie alla prospettiva storica, un’idea della natura, dei progressi e del funzionamento della scienza. Anche di quella di oggi.

© Giovanni Carrada 2018 – p.iva 06177081004 |  credits  |  cookies policy